News

Oltre il Design Thinking: il Design Sprint

Come snellire e velocizzare il processo di creazione e sviluppo di nuovi prodotti tecnologici e digitali nelle piccole e medie aziende nazionali? Ecco a voi l’evoluzione del Design Thinking: il Design Sprint!

Nato in casa Google specificatamente per ottimizzare il processo creativo delle piccole startup il Design Sprint può essere adottato anche dalle medie e grandi aziende per migliorare ed implementare il processo creativo di contenuti grafici e web.

Esso si suddivide principalmente in 6 fasi:

  1. Capire
    In questa fase si definisce l’obiettivo, o meglio i differenti obiettivi e le differente idee di prodotto caratterizzanti tre principali figure: l’imprenditore, lo sviluppatore e il designer (che porterà le istanze dell’utente). Tutte le figure scambiano idee e necessità riguardanti il prodotto finale. In questo modo tutte le diverse anime dell’azienda condividono le loro esigenze professionali migliorano lo spirito di squadra del team.

  2. Definire
    Identificare una strategia e analizzare la strada migliore da adottare per raggiungere il prodotto finale. In questa fase è di vitale importanza definire il “viaggio dell’utente” anche attraverso strumenti come “storyboards” che possano delineare il percorso che l’utente in diversi gradi di dimestichezza si troverà ad affrontare durante l’utilizzo del nostro prodotto. Ottimale in questo caso è la creazione di un “golden path”; un’esperienza di usabilità principale che è assolutamente fondamentale perché il prodotto funzioni bene e l’utente ne sia soddisfatto.

  3. Differenziare
    In questa fase ogni membro del team aziendale mette su carta le proprie idee e la sua creatività. Un buon esercizio di riscaldamento è sicuramente quello di dividere un foglio di carta in otto caselle e avendo a disposizione unicamente 5 minuti, ogni persona dovrebbe riempirle tutte con le proprie idee. Una volta terminato questo processo ci si rilassa un attimo e poi il passo successivo si caratterizza in 5 minuti in cui su di un unico foglio si riprende e si sviluppa più nel dettaglio la migliore delle idee che si ritiene valida e la si cerca di esporre nel più dettagliato modo possibile.

  4. Decidere
    Un’altra fase centrale di vitale importanza è quella della decisone. In questo caso il consiglio è quello di utilizzare il “voto Zen”.
    Il voto Zen consiste nell’appendere tutte le idee su di una lavagna o bacheca e ognuno in silenzio legge, valuta e vota quelle che lui considera le migliori idee.
    Dopo la votazione è arrivato il momento del confronto e della scelta. Confrontarsi su differenti idee e visioni di prodotto consente al gruppo di rapportarsi a differenti esigenze e di scegliere in maggioranza l’idea migliore per il prodotto stesso.

  1. Creare
    Ora che abbiamo deciso il progetto da realizzare, dobbiamo dargli forma. Per questo si possono utilizzare differenti piattaforme: cartacea, design digitale oppure quella della programmazione vera e propria. Per ogni di queste alternative cambia anche ila durata della creazione del nostro prototipo. Essa può infatti variare da un giorno o due ad una o più settimane.

  2. Approvare
    Finalmente abbiamo raggiunto l’ultima fase! Cosa ci resta da fare? Approvare il nostro progetto. E chi può approvare il nostro progetto meglio dell’imprenditore, dello sviluppatore e del grafico che l’hanno creato? L’utente ovviamente. L’utente è di fondamentale importanza in questa fase e sarà colui che descriverà e si confronterà meglio con il vostro prodotto. In questa fase la strategia ottimale è quella di mettere diversi utenti di fronte al vostro prodotto per la prima volta e spiegarli unicamente di che cosa si tratta in linea generale, anzi, se potete, non spiegateglielo nemmeno. Durante il test di prova provate a chiedere loro se il prodotto gli piace, è di facile utilizzo, che cosa si potrebbe migliorare e che funzionalità si potrebbero aggiungere per rispondere alle loro esigenze. Se avete raggiunto un’approvazione positiva dalla “giuria popolare” allora significa che il vostro prodotto funziona veramente bene. Magari ha necessità di qualche piccola correzione o implementazione. Se invece gli utenti vi danno un responso negativo, questo è il caso di ripensare il vostro progetto e di reindirizzarlo verso una versione che incontra maggiormente le esigenze del cliente.

logo geeksolution bn trasp

Sede Legale
Via Bellavista, 13
38121 Trento, Loc. Martignano
P. IVA 02243970221

Sede Operativa
Logikamente srl - Branch Lab
c/o Aries Workspace
Via Praga, 5 - 38121 Trento
Z.I. Spini di Gardolo

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di più

ACCETTA

Info & Contatti

I nostri uffici di Trento
sono aperti dal lunedì
al venerdì nei seguenti orari: 
9:00 - 13:00 al mattino;
13:30 - 17:30 al pomeriggio.

+39 333 4759199

+39 0461 1732332

www.geeksolution.it

info@geeksolution.it

Headquarter

GeekSolution è uno spin-off di:

Logikamente srl
Via Giovanni Calvino, 38/a 
44122 Ferrara
P. IVA: 01942790385

+39 0532 206288

+39 0532 214802

www.logikamente.it

hello@logikamente.it